La mia missione


Nel corso di questi ultimi mesi mi sono dedicato a tempo pieno ai preparativi necessari all’avvio dell’attività di vendita al pubblico di prodotti alimentari senza glutine. Sapete già molto su questa mia prossima avventura, ma oggi voglio attirare la vostra attenzione su di un particolare importante che ho colto nella mia fase di ricerca.

Come vi dicevo, ho avuto modo di interfacciarmi con vari professionisti del settore, tra i quali molti agenti delle ditte produttrici, titolari di laboratori di produzione artigianali e alcuni dietologi e nutrizionisti esperti in alimentazione gluten free.

Tutti questi esperti del settore, confrontandosi con me sulle caratteristiche dei vari prodotti, mi hanno riferito, senza mezzi termini, che il paziente celiaco si alimenta in maniera poco salutare.

Questa considerazione mi ha colto di sorpresa, evidentemente la mia esperienza in merito alla celiachia era vissuta in maniera consapevole non solo per un sano rigore alimentare da parte di mia moglie ma anche per le mie conoscenze come farmacista.

Incuriosito da tale situazione chiesi spiegazioni a questi esperti e la risposta in sintesi si può articolare così:

“Un paziente celiaco si alimenta in modo sbagliato perché non legge le etichette di ciò che compra”.

E’ ovvio che non è mia intenzione generalizzare il problema e chiaramente molti pazienti si alimentano in maniera corretta, ma la sostanza del problema resta.

C’è la tendenza a considerare l’alimento senza glutine comunque sicuro, mi spiego: è sicuro che è senza glutine ma non per questo si può mangiarne a volontà.

La verità è che molti celiaci hanno una “storia alimentare” fatta di rinunce e sacrifici, basti pensare a cosa succede quando si esce a mangiare qualcosa con gli amici, è quindi inevitabile che in ambito domestico si “compensi” tralasciando certe buone norme dietetiche.

E se anche non fosse colpa delle abitudini dei pazienti sono a volte i prodotti stessi ad essere i responsabili di un errato equilibrio alimentare.

Faccio un esempio su tutti, parlando di pane e prodotti da forno in generale, la ricerca da parte delle varie ditte si è indirizzata a garantire fattori importanti come la morbidezza, la lievitazione e la possibilità di consumare il prodotto anche senza riscaldarlo. Tralasciando però particolari importanti come l’apporto di fibre, oppure aumentando l’apporto di grassi e carboidrati (zuccheri) al fine di rendere più gradevole al palato il prodotto.

Questi dettagli sfuggono ad una parte della clientela che fa uso di questi prodotti e, complice una disinformazione che tocca anche le figure incaricate alla vendita (pensiamo ai negozianti o peggio, ai farmacisti), il risultato è inevitabilmente quello di creare delle abitudini alimentari scorrette che nel medio/lungo termine possono comportare problemi di salute ancor più seri (es. Diabete).

Ecco allora, la “mia missione”, aiutare i clienti celiaci ad alimentarsi in maniera più sana, senza demonizzare alcun prodotto o ditta in particolare, consigliando fra le varie tipologie di prodotti quelli che garantiscono un corretto bilancio tra i vari nutrienti, il giusto apporto di fibre, l’assenza di additivi e altro ancora.

Sono certo che non sarà un compito facile, è arduo cambiare certe (cattive) abitudini. Ma sono altrettanto convinto che questo mio impegno può essere apprezzato, non solo perché unico nel panorama dei negozi gluten free del vicentino, ma anche utile, in quanto la mia consulenza può di certo aiutare i clienti di BiGFree ad alimentarsi in maniera più sana e soprattutto più consapevole.


Spread the love
  • 1
    Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POST CORRELATI

BiGFree c’è !….

Vi ho lasciati soli qualche giorno perchè mi sono dedicato intensamente a preparare l'allestimento del nuovo punto vendita e bar…

…un cereale alla settimana, la ricetta.

Come promesso eccovi la ricetta dell'amaranto... Polpette all'Amaranto:   Ingredienti 180g di Amaranto 1 patata 1/2 cipolla 20g di parmigiano…

Un cereale (senza glutine) alla settimana

Il titolo di questo articolo vi sembrerà strano ma adesso vi spiego la mia idea per i prossimi articoli del…

Sport & Celiachia

Nel corso dei vari articoli pubblicati sul mio blog vi ho parlato di varie tematiche legate al problema della celiachia…